LE VOSTRE RICERCHE

L’irlanda  

 

mappa

 

Caratteristiche generali

 

w       Confini: a Ovest si affaccia sull’Oceano Atlantico e a est sul piccolo Mare d’Irlanda. Sull’altra sponda di questo mare interno c’è la Gran Bretagna, da cui la separano il Canale del Nord e il Canale di San Giorgio w       Superficie: La superficie è di  appena 84.420  Km²

w       La superficie è maggiore o minore di quella dell’Italia? La superficie dell’Irlanda è minore di quella Italiana perché è di 301.277 Km²

w       Popolazione: 3.650.000

w       La popolazione è maggiore o minore di quella dell’Italia? La popolazione è minore di quella Italiana perché l’Italia ha una popolazione di 57.850.000

w       Densità: La densità è fra le più basse d’Europa con 52 abitanti per Km²

w       La densità della popolazione è maggiore o minore di quella dell’ Italia? La densità della Grecia è minore di quella Italiana.

 

Ordinamento politico e caratteristiche umane

 

w       Forma di governo: Repubblica parlamentare

w       Capitale: Dublino

w       Altre città importanti: Cork, Westport

w       Moneta ufficiale: Euro

w       Lingua ufficiale: Inglese

w       Religione principale: la maggior parte degli irlandesi professa la religione cattolica, ma una minoranza del 3% professa la religione anglicana

 

 

Regione climatica

 

w       Clima: E’ tipicamente Atlantico: molto piovoso ma mite grazie alla Corrente del Golfo. Piove per almeno 150 giorni all’anno e l’isola è battuta da forti venti.

 

Elementi fisici del territorio

 

Il paesaggio irlandese è caratterizzato da vasti prati e pascoli che l’umidità rende rigogliosi, di un intenso colore verde.

 w       Mari: L’Irlanda è bagnata dall’Oceano Atlantico e dall’interno Mare d’Irlanda che la separa dalla Gran Bretagna

w       Idrografia: I fiumi irlandesi sono tanti, ma brevi a causa delle modeste dimensioni dell’isola. Hanno però un corso e una portata regolari, perché non devono superare forti dislivelli e perché le piogge sono ben distribuite. Il più famoso è lo Shannon che si getta nell’Oceano Atlantico.

w       Rilievi: Il territorio è costituito prevalentemente da basse montagne e colline: tuttavia il monte più alto è il  Carrantuohill  di 1041 m

w       Pianure: il territorio è prevalentemente pianeggiante: la grande pianura che si estende per tutto il centro è la …………………………………….

w       Ambienti naturali, flora fauna:…………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………. La flora

La quercia, la specie che un tempo ricopriva vaste foreste, è ormai presente solo in piccole aree (come nel Killarney National Park e sulle Wicklow Mountains) mentre non è affatto insolito notare grandi distese di pini (come l'abete di Sitka, impiantato nelgi ultimi decenni). Ancora rigogliosa e florida è invece la presenza di vegetazione bassa e ad arbusto, uno strano mix di specie alpine e mediterranee. Chiunque pensi all'Irlanda non può non associarla alla pianta dell'erica (Erica tetralix), heathers in inglese.

Da Luglio sino a tutto Agosto la fioritura di questa pianta incanta migliaia di visitatori: attenzione a non raccoglierla però! L'erica è infatti una specie protetta e non va pertanto sradicata dal suo ambiente.

w       La fauna

L'Irlanda è piuttosto povera di specie animali: gli unici mammiferi sopravvissuti e presenti in discreta quantità sono le volpi, i tassi, conigli e scoiattoli. In alcune zone si trovano ancora ermellini e lontre.
Molte delle specie animali presenti un tempo sono definitivamente scomparse (come ad esempio l'alce). Altre, come il cervo, sopravvivono nelle regioni più selvaggie delle Wicklow Mountains e nel Killarney National Park.
Nelle zone costiere possiamo trovare la foca grigia e quella comune (ma non è così facile riuscire ad osservarle).

Abbastanza ricca e varia è invece l'avifauna dell'isola che conta numerose specie di uccelli migratori provenienti dalle zone artiche. Tra le specie di uccelli marini troviamo il gabbiano, presente in grandi quantità nella zona costiera, il pulcinella di mare o puffin e molte altre ancora.

Risorse naturali

 

w       Caratteristiche del territorio: il territorio irlandese prevalentemente pianeggiante fa sì che l’agricoltura è ancora molto sviluppata: abbondano infatti le fattorie che praticano l’allevamento dei bovini e degli ovini

w       Materie prime: gli ovini irlandesi producono lane pregiate

w       Fonti d’energia: le risorse energetiche irlandesi sono piuttosto scarse. Un giacimento sottomarino al largo delle coste meridionali, di fronte a Cork, fornisce oltre 2 miliardi di m3…..di metano all’anno. Si tratta di una quantità modesta, come poco rilevante è la produzione di energia idroelettrica, ma le due risorse, insieme con la torba, forniscono il 35% dell’energia di cui il paese ha bisogno. Il resto è fornito dal petrolio importato dalla Gran Bretagna.

 

Attività economiche

w       Attività principali: grazie alla dolcezza del territorio, l’agricoltura è ancora molto sviluppata: se ne occupa ancora l’11% della popolazione: si coltivano cereali, patate, barbabietole da zucchero.

Si allevano bovini e ovini, che producono lane particolarmente pregiate che vengono esportate in Europa.

Nonostante l’abbondanza dell’acqua la pesca non è mai stata una fonte di ricchezza significativa.

I settori dell’industria sono strettamente legati all’agricoltura e all’allevamento: birrifici (famosa la birra Guinnes), zuccherifici, lanifici.

Dal sottosuolo si estraggono carbone e torba, minerali di piombo, zinco e rame.

 

Settori industriali e principali prodotti

w Trasporti: l’Irlanda non dispone di autostrade tutta la rete viaria è composta da strade piuttosto strette che seguono il sinuoso profilo del territorio. Il traffico comunque non ne risente data la bassa densità abitativa dell’isola e il numero limitato di autoveicoli in circolazione. Data però la natura insulare del paese, è la navigazione  sia diretta verso l’esterno che verso l’interno a svolgere un ruolo fondamentale nel sistema dei trasporti. Gran parte dei centri costieri sono porti. Nonostante il loro breve corso, i fiumi sono navigabili, grazie alla regolare portata d’acqua e ai canali artificiali che sono stati realizzati per collegarli tra loro e con alcuni laghi. E’ così possibile attraversare l’isola da est a ovest.

Commercio:

 

Turismo: nonostante i paesaggi irlandesi dal punto di vista naturalistico siano tra i più belli e caratteristici d’Europa, il turismo ancora non è particolarmente sviluppato. 

Città: la città più importante di tutta l’Irlanda è Dublino che ne è anche la capitale. Sorge in fondo a un golfo, alla foce del fiume Liffey, un tempo circondata da torbiere paludose e scure, da cui il nome Dubhlinn, che in lingua gaelica significa “palude nera”. E’ una città senza un vero e proprio centro, ma con più nuclei, molti parchi e giardini. Anche i maggiori monumenti sono distribuiti un po’ ovunque sul territorio urbano: il castello; la cattedrale di San Patrizio, il patrono della città e dell’Irlanda; la Christ Church

 

Un po’ di storia

 

Abitata da popolazioni iberiche durante il periodo neolitico, fu invasa dai Celti Gaeli nel IV sec. a.C. Evangelizzata nel V sec. da S. Patrizio, l'isola divenne nell'VIII - IX sec. un centro fiorente di vita religiosa e missionaria. Tra il 792 e il 1014 l'Irlanda fu sottoposta alla dominazione dei Vichinghi e quindi fu invasa dagli Inglesi (1171).

La loro dominazione fu la più duratura e caratterizzò nei secoli successivi la storia irlandese, che a partire da questo momento non fu che una serie ininterrotta di lotte per l'indipendenza nazionale. Il dissidio anglo-irlandese si approfondì ulteriormente nel XVI sec., quando il problema religioso diventò uno dei principali elementi di opposizione tra l'Irlanda, rimasta fedele all'ortodossia cattolica, e l'Inghilterra separata da Roma. Con Enrico VIII, Elisabetta I e Cromwell, gli irlandesi patirono la privazione dei diritti civili, mentre i cattolici furono privati della maggior parte delle terre a profitto della nobiltà inglese.

Da Alessandra e Giorgia per il WL