LE VOSTRE RICERCHE

  IL CUORE

 

Introduzione

Il cuore Ŕ un organo cavo formato dal tessuto muscolare.

Le contrazioni avvengono in modo ritmico e involontario e sono legate da strutture.

La funzione del cuore Ŕ quella di spingere il sangue e di farlo circolare nell' apparato circolatorio: questo organo, contraendosi, agisce come una pompa.

                                       Anatonomia

Il cuore ha circa le dimensioni del pugno di una mano, Ŕ situato dietro lo sterno spostato in basso leggermente a sinistra rispetto alla linea mediana del corpo.

Ha la forma a cono, con la base rivolta verso l'alto, a destra e in direzione posteriore, e la punta in contatto con la parete del  torace tra la quinta e la sesta costa.

Esso Ŕ avvolto dal pericardio, un sacco con funzioni protettive formato da 2 membrane.

Il cuore Ŕ collegato con l'arteria aorta e con altri vasi di grosso calibro.

Il pericardio e i vasi collegati al cuore permettono a  questo di mantenere la propria sede. 

 

Struttura anatomica

Il cuore Ŕ una pompa che spinge il sangue attraverso i 2 circuiti chiusi e separati dell'apparato circolatorio umano.

Il sangue ricco di ossigeno lascia il ventricolo sinistro attraverso  l'arteria aorta e, dopo essere circolato in tutto il corpo, torna desossigenato all' atrio destro attraverso le vene cave superiore e l'inferiore.

Il ventricolo destro pompa il sangue ai polmoni, dove avviene l'espulsione dell'anidride carbonica e l'assunzione dell'ossigeno.

Una volta ossigenato torna all'atrio sinistro attraverso le vene polmonari, per un nuovo ciclo di circolazione arteriosa.

                         

Il tessuto

Le fibre del tessuto muscolare cardiaco costituiscono il miocardio, lo strato muscolare intermedio del cuore.

Tali fibre possiedono striature trasversali analoghe a quelle  del tessuto striato, dovute ai filamenti proteici di actina e miosina che, all'interno delle fibre , permettono la contrazione.

Le fibre cardiache hanno forme cilindriche; le loro estremitÓ sono biforcate e si collegano in modo  da formare un reticolo tridimensionale. Le superfici di collegamento sono dette dischi intercalari.   

 

 

 Da mamma Elena e figlia per il WL