LE VOSTRE RICERCHE

 APPARATO RESPIRATORIO

Il nostro organismo provvede al rifornimento di ossigeno per mezzo dell’apparato respiratorio, costituito dalle vie aeree (cavità nasali, faringe, laringe, trachea, bronchi) e dai polmoni.

La respirazione serve a ricavare l’ossigeno dall’aria, necessario per procurare energia alle cellule di tutto il corpo, rilasciando poi anidride carbonica.

 Le vie aeree:

 Le vie aeree si dividono in superiori ed inferiori.

Delle prime fanno parte ,il naso,la bocca,la faringe e la laringe.

Il naso è diviso in due cavità chiamate  fosse nasali che comunicano con l’esterno attraverso le narici, queste sono tappezzate da una mucosa provvista di peluzzi che trattengono parte del pulviscolo atmosferico, quindi l’aria passando attraverso questi “filtri” si depura e si riscalda prima di arrivare nella faringe, che è il canale dove passa anche il cibo prima di arrivare nell’esofago.

Anche la bocca convoglia l’aria, ma questa arriva direttamente alla faringe senza passare prima attraverso il filtro del naso, causando così secchezza della mucosa interna.

Dopo aver oltrepassato la faringe, l’aria scende nella laringe, che è costituita da un tubo cartilagineo fornito di due pieghe elastiche che formano le corde vocali, le quali vibrando producono suoni e quindi la voce.

Oltrepassata la laringe, l’aria passa nella trachea la quale è costituita da un tubo lungo circa 10-12 cm. e rinforzato da anelli cartilaginei incompleti, nella parte posteriore, per permettere all’esofago di dilatarsi.

Dopo la trachea vengono le vie aeree inferiori, infatti questa verso il basso si dirama in due tubi, chiamati bronchi.

Questi sono come i rami di un albero e si dividono in tubicini sempre più piccoli, fino a formare un numero elevatissimo di sottili canali, detti bronchioli.

Ogni bronchiolo termina con una vescichetta chiamata alveolo polmonare, avvolta da una fitta rete di vasi sanguigni.

L’insieme di tutti questi alveoli, che in un uomo adulto sono circa 750 milioni, forma i polmoni.

I polmoni sono due organi molli, elastici e spugnosi, leggeri e di colore rosa; ogni polmone è diviso in lobi, quello destro presenta tre lobi e quello sinistro due e in esso vi è una cavità che ospita il cuore.

Ogni polmone  è rivestito da un sacco a doppia rete, detta pleura, che facilita lo scorrimento del polmone rispetto alla cassa toracica.

Procedimento respiratorio:

 Quando l’aria arriva negli alveoli, l’ossigeno in esso contenuto passa attraverso la parete e penetra all’interno dei sottilissimi vasi sanguigni; il sangue provvederà poi a trasportare l’ossigeno a ogni cellula dell’organismo.

Nello stesso tempo, l’anidride carbonica ceduta dalle cellule al sangue attraversa la parete dei vasi che avvolgono gli alveoli e penetra al loro interno. Con l’espirazione, l’aria ricca di anidride carbonica esce dagli alveoli e viene emessa attraverso il naso e la bocca.

La respirazione comprende due meccanismi: l’inspirazione e l’espirazione.

L’inspirazione è il movimento necessario per riempire d’aria i polmoni: le costole e lo sterno si sollevano, si abbassa il diaframma e aumenta la capacità della cassa toracica, per cui i polmoni si espandono.

Durante l’espirazione, le costole e lo sterno ritornano nella posizione normale, il diaframma si rialza e la cassa toracica diminuisce di volume, i polmoni vengono compressi e obbligati a espellere l’aria.  

 Da Anna Laura per il WL