RINCHIUSA!

"Cribbio, che botta! - bofonchiai, rialzandomi.-
Dove diavolo mi trovo?" Mi massaggiai la mano intorpidita. 
Mi sembrava di essere stata assalita da un esercito di formiche che punzecchiavano tutto il braccio. 
La stanza, o quello che era, sembrava oscura, ma quando i miei occhi si abituarono, mi sembrò di intravedere un tenue bagliore che veniva dal fondo di un tunnel. Sempre sfregandomi il braccio, arrancai alla volta della luce.
"Pistaaa, sgombrare, liberare l'accessooo"
Un forsennato a cavallo stava arrivando dietro di me, galoppando a tutta birra e brandendo minaccioso una spadona pesantissima.
Mi appiattii spaventata contro una specie di parete fatta di tubi leggermente luminescenti.
Il forsennato frenò bruscamente la bestia e, tirando le redini con la mano sinistra, si girò verso di me.
"Sei impazzita, madamigella? Sono in ritardo per colpa tua. Cosa ci fai fuori dalla tua sede?
"Fuori da che? cercai di biascicare, spaventata.
"Fuori dalla tua sede. O sei stata chiamata, e allora ti dovresti trovare sullo specchio magico, oppure dovresti essere chiusa nella tua cella. Nessuno sta a spasso quando vengo chiamato io, non lo sai? A meno che....
- Spinse il cavallo verso di me, con fare sospettoso - ... a meno che tu non sia UNA NEMICA!
"VILE FELLONA, TI INFILZERO' CON LA MIA SPADA PRIMA CHE TU POSSA ROVINARE IL MIO NUOVO SITO", sbraitò, saltando giù al volo  e precipitandosi verso di me.
"Ehi, ma io ti conosco...- esclamai esterrefatta, mentre l'individuo si fermava con lo spadone a due millimetri dal mio naso -
Tu sei... Non ci posso credere... tu sei... 
WOLF, IL NOSTRO NUOVO SCREENSAVER!!!!!!
 
"Ci siamo già incontrati? -chiese sospettoso il cavaliere, fermando il braccio già alzato per colpire- come sai il mio nome, damigella?
"Wolf, sei proprio tu... e questo è Rombo-di-tuono, il tuo cavallo. Ma come è possibile? -continuai, sempre più sbalordita- 
Tu non esisti, sei un personaggio dei Cartoni animati, non sei reale! Sei solo virtuale, dentro il computer!
Wolf scoppiò a ridere: "Perchè, tu chi credi di essere? Avanti, rispondi, come sai il mio nome? Io non ti ho mai vista. A dire il vero, io non conosco praticamente nessuno, qui dentro. Sono arrivato solo...
"...Ieri...-lo interruppi, come trasognata- Già, ti abbiamo installato solo ieri. Ti abbiamo scaricato da Internet... 
Sei il personaggio preferito dei miei alunni... i tuoi Cartoni vanno alla grande, sai? Milioni di spettatori, un'infinità di copie della rivista ufficiale vendute, album di figurine, pupazzetti, ecc. ecc. Sei una star, caro mio! 
Ma cosa sto dicendo?- continuai, tra me e me- Tu non sei reale... non puoi stare qui in piedi davanti a me...  
Sto sognando, ecco cos'è - mormorai chiudendo gli occhi forte forte- Adesso mi dò un pizzicotto e mi sveglio, sì è così, adesso mi sveglio, vado a scuola e...
- Un lampo mi passò per la mente... La scuola, Berenice... la nuova webcam e quella strana scarica che mi aveva colpita quando l'avevo toccata... mi ero sentita afferrare e risucchiare...
Mi sentii venir meno, ma mentre mi accasciavo costernata, due mani robuste mi afferrarono.
Wolf esclamò, posandomi a terra: "Su, su, madamigella, non mi svenire proprio adesso che sono in servizio... mi aspettano sul Desktop e per colpa tua sono in ritardo terribile.

Allora era proprio così, non avevo sognato:
ORRORE... 
ERO RINCHIUSA NEL COMPUTER!!!!!!!!!!!!

 

(8- CONTINUA)

 

 

TORNA ALL'INDICE