....STORIA e storie.....

"....e così il caro Napoleone pensò che, per farsi accettare dalla società-bene di allora, da tutti i reucci e imperatoroni d'Europa che lo consideravano un poveraccio che osava credersi pari a loro, doveva usare il sistema più vecchio del mondo: sposare una di loro.
Così individua la pollastrella: Maria Luigia, principessa d'Austria. Fa la sua brava richiestina, convinto che nessuno avrebbe osato negare chicchessia al grandioso Imperatore e... ci azzecca!
Ora, penserete voi, come mai i Reali austriaci che fino a pochi secondi prima lo vedevano come il fumo negli occhi, ora sono disposti a cedergli in moglie nientepopodimenoche la loro figliola?"
Una mano si levò dalla folla: "Sentiamo, Ciccio, cosa ne pensi?"
Graziano, detto Ciccio in quanto grande e grosso, soprattutto grosso, rispose: "Perchè era un buon partito!".
"Ma bravo, vedo che sei sveglio, oggi! Di solito non mi ascolti quando spiego.
Ciccio purtroppo era alle prese con una situazione poco piacevole in famiglia e reagiva a tutto ciò nel modo classico, per un ragazzino di undici anni: non studiava più, faceva lo strafottente, aveva sempre da ridire su tutto....
"Hai ragione, maestra, di solito sei noiosa, però quando spieghi storia... riesci sempre a raccontare cose divertenti"

"Brutto impertinente, come puoi definire divertenti certi avvenimenti? Non vi ho insegnato niente? Lo spirito critico si esercita riconoscendo la sostanza, sotto a qualsiasi forma la si nasconda!
Se io condisco gli avvenimenti storici con qualche commento, diciamo così, informale, per tener sveglia la vostra mente addormentata, ciò non cambia che le guerre siano sempre guerre, gli accordi politici molto spesso immorali ecc., ecc., OK?" gettai un'occhiata a tutta la marmaglia.
"Ti prego, maestra vai avanti...."
"Eh va bene! Allora, come diceva il vostro compagno, Maria Teresa d'Austria, che detto tra noi di figlie ne aveva in abbondanza e di re disponibili a maritarle non altrettanto, ingoia il rospo e spedisce la figlia in Francia.
Dopotutto, deve aver pensato, sarà anche uno zoticone ma attualmente è il padrone di mezza Europa, meglio quasi parente che nemico!"
"Ma Napoleone non era già sposato?"
"Complimenti Valeria, per la tua memoria!". Valeria, detta Novella2000, aveva grossi problemi a ricordare cosa faceva due più due, ma in fatto di pettegolezzi, non la batteva nessuno.
"Ebbene sì, aveva sposato anni prima Giuseppina, bella donna più grande di lui, di cui era stato cotto come una pera, ma si sa, di fronte alla convenienza politica le persone importanti mica stavano a guardare i sentimenti... Si sbarazza perciò della poveretta senza tanti complimenti, il divorzio era ammesso in Francia a quel tempo, e impalma la principessa.
Poveraccio, non ha fatto un grande affare perchè bla bla bla...
Bene- ripresi dopo un bel po' di tempo, gettando uno sguardo circolare alla platea-, quello che è successo dopo ve lo racconterò alla prossima lezione. Adesso lasciate perdere i miei commenti e le aggiunte personali e cercate di individuare gli avvenimenti principali: tempo dieci minuti per scrivere te-le-gra-fi-ca-men-te sul quaderno."

Un sordo brontolio, simile ad un tuono lontano, seguì l'ora e cinquanta di spiegazione e venti mani aprirono di malavoglia venti quaderni, afferrarono venti penne e cominciarono a scrivere.
"Sì, maestra Amy, subito maestra Amy", annuì vigorosamente Pamela, detta Lecca-lecca, dal primo banco. Da sola non era in grado di distinguere un cammello da un rinoceronte, figuriamoci se sapeva fare un riassunto storico.
La guardai pronta a sbranarla....e mi venne da ridere, improvvisamente...cielo, com'era buffa con quell'aria compunta. Sembrava il Puffo con gli occhiali! Le mancavano solo quelli. Ora avremmo dovuto rivedere la lista dei soprannomi!

Mi venne un'attacco di carognite fulminante e, mentre mi asciugavo le lacrime, le dissi, flautando: "..ma che begli occhiali, hai, Pami.... sono nuovi? Ti danno un'aria tanto intelligente!"
Sussiegosa e compiaciuta, fece l'atto di toglierseli: "Grazie, maestra! Li vuoi vedere da vicino? Sono proprio nuovi, me li hanno comprati ieri perchè l'oculista...."

DRIIIIIIIINNNNNN

Uff, pensai, per una volta sono stata salvata io dalla campanella! E ti sta bene, così impari a prendere in giro le anime semplici che ti pigliano pure sul serio!

Intanto un vortice composto da gambe e braccia varie, si precipitava verso la porta dell'aula....  

  4- CONTINUA

 

 

 

  TORNA ALL'INDICE