Gli Sporcelli
di Roald Dahl,
Salani editore (Gl'istrici)

La trama: Vi siete mai chiesti come facciano a non sporcarsi o a lavarsi la faccia gli uomini barbuti? Avete visto qualche volta donne brutte che più brutte non si può? Roald Dahl risponde a queste domande in un libretto che si legge in pochissimo tempo e che ci fa conoscere che la cattiveria può non avere confini, ma si ritorce sempre contro chi ne fa uso.
 

La frase famosa: "…Se una persona ha brutti pensieri, dopo un po' glieli leggi in faccia.
E quando i brutti pensieri li ha ogni giorno, ogni settimana, ogni anno, il suo viso diventa sempre più brutto, finchè diviene talmente brutto che non sopporti quasi più di guardarlo.
Una persona con pensieri gentili non potrà mai essere brutta... "

Giudizio di Maestramica: Storia un po' crudele, che rasenta il cinismo inizialmente, ma che finisce, come tutte le favole, con la sonora punizione dei cattivi ed il trionfo dei buoni.
Gli animali di questo racconto ci insegnano che spesso l'uomo li tratta con crudeltà.
Se potessero davvero vendicarsi....

Età consigliata: dagli 8 ai 10 anni