GIROGIROTONDA,
di
Federico Taddia,
Editrice
Mondadori.

La trama: 

[dalla quarta di copertina]
Dorin è uno dei tanti piccoli zingari che vendono fazzoletti e altri oggettini ai semafori. La sua non è la vita migliore che si possa desiderare, ma lei riesce comunque a trovarci un lato buono... Un giorno, però, il semaforo scompare e al suo posto viene costruito una rotonda in cemento. Aiuto, le macchine non si fermano più e Dorin non può guadagnarsi i soliti indispensabili spiccioli! Ma poi, come per magia, un'orchestra comincia a suonare, ogni cosa si trasforma...
Una piccola storia fantastica che parla di cose serie con allegria.

(Federico Taddia per il WL)