Ci vorrebbe un piccolo aiuto…
  

Il dottor Giacomo Bonfanti, chirurgo pediatra,
ci offre molto gentilmente la sua esperienza.

Se volete chiedere un parere per un problema vostro (se siete ragazzi/e), 
o dei vostri figli (se siete genitori), 
il nostro consulente è a vostra disposizione.


Inviateci una e-mail, specificando nell'oggetto "posta per il chirurgo pediatra", a questo indirizzo:

maestramica@maestramica.it
 
il Dott. Bonfanti vi risponderà al più presto.


Potrete trovare stralcio della vostra richiesta e la risposta in questa rubrica.
 Se preferite una risposta privata, specificatelo nel messaggio, aggiungendo il vostro indirizzo e-mail.

Salve! La mia bambina di due anni gode di ottima salute, è molto vivace. Ma mi pare che dorma poco, almeno rispetto agli altri bambini della sua età. Inoltre ha difficoltà ad addormentarsi e quando è stanca diventa molto nervosa. Durante il giorno dorme 1,5 ore di media. La sera si addormenta alle 21,30-22,00 e la mattina si sveglia definitivamente SEMPRE alle 5,30-6,00, sempre a quest'ora anche se capita, a volte, che va a dormire molto più tardi delle 22:00. L'orario del risveglio è una costante da quando è nata. Fa colazione e vuole cominciare subito le attività, anche se sono le 5:30. Ho provato di tutto per farla svegliare più tardi ma senza risultato. Cosa ne pensa? Cosa mi consiglia? Grazie per l'attenzione. Simona.

Cara Simona,
 il " problema " del sonno attanaglia moltissimi genitori e non è affatto di semplice soluzione.
Ma intanto vediamo che cosa c'è che va bene nella sua bambina.
Mi sembra di capire che non si svegli di notte e già questa è un'ottima cosa perchè per molti bambini non è così, inoltre dorme nel complesso 9,5 ore, che può essere sufficiente per il suo fisico.
 Il fatto che si svegli presto può essere dovuto a vari motivi, tra cui :
- è una bambina che si sveglia con i rumori o la luce, perciò eliminando questi elementi si allunga un po' il suo riposo;
- dorme il pomeriggio, perciò quando la bambina crescerà (basta qualche mese ancora) e non dormirà più il problema diminuirà, si potrebbe ridurre il sonnellino a meno di un'ora già da adesso;
- ha freddo o caldo, l'aria della stanza si secca troppo, il pannolino troppo pieno, o le scappa la pipì se l'ha già tolto, ha fame, intervenendo verso le cinque su questi fattori, può darsi che, pur facendoLa alzare (sig !), riprenda a dormire;
- è di costituzione così, simpaticomimetica, cioè dominata dal tono simpatico, e quindi più attiva di mattina che non di pomeriggio.
 Il fatto che faccia fatica ad addormentarsi può invece essere dovuto a :
- non svolge attività fisica sufficientemente affaticante durante il giorno, se conduce una vita sedentaria, consiglio un bel  giro a piedi, triciclo, scivoli, musica in casa per ballare, salti sul lettone ... seguiti dal bagnetto rilassante, sempre prima di cena;
- guarda, magari anche per caso, la TV o il computer la sera o fa altre attività motorie o cognitive che provocano eccitazione;
- ha ancora fame: un bel biberon di latte va benissimo, se non ha problemi di obesità, e contiene sostanze calmanti;
- vede poco i genitori perchè impegnati per lavoro o altro e ha bisogno di stare con loro la sera, anticipate i riti serali (denti, pigiama, fiabe, ninne-nanne) e dedicatevi a lei con gioia, rimandando i lavori domestici a quando si sarà addormentata, non mostrate fretta.
 Se siete abbastanza sereni potete provare la linea "dura". I genitori siete voi, a voi stabilire i limiti del suo "dilagare", mettela a letto con tutte le cure, chiudete la cameretta e lasciatela protestare per due minuti (d'orologio), poi rassicuratela che ci siete e che le volete bene, 4 minuti, 6 minuti ... aumentate fino a dieci, se siete fortunati si addormenterà prima. In ogni caso non date segni di rabbia o stanchezza.
La mattina abituatela a giocare nel suo lettino.
 Ci sono diversi prodotti di erboristeria, omeopatici e anche farmaci tradizionali, ma nel suo caso non mi sembrano necessari.