SPECIALE 

ATTIVITA' E GIOCHI

NATALIZI

 

 

ATTIVITA' MANUALI

Decorazioni di Natale 

Ecco alcune  idee per decorare la casa nei giorni del Natale:

Pacchettini di Natale
 incartate tante scatole vuote di diverse dimensioni con carta natalizia colorata e tanti nastri argentati e dorati. Spargete i pacchettini così creati in giro per la casa e sotto l’Albero di Natale.

candela in gel 
Occorrente:
- Contenitore in vetro
- Gel per candele
- Fiore di decorazione
- Stoppino
- Sabbie colorate oppure schegge di conchiglie o piccoli sassi
Realizzazione:
Sul fondo del contenitore in vetro mettere la sabbia colorata o le conchiglie o i sassi. Adagiare il fiore di decorazione. Far sciogliere a parte il gel (se lo fate sciogliere a microonde si diminuisce la probabilità di formazione di bolle). Versare il gel nel contenitore, lasciare raffreddare e inserire lo stoppino cerato.

 

GHIRLANDE  DI  BACCHE Immagine di una ghirlanda di bacche

 

Avvolgere il nastro intorno alla ghirlanda e fare un fiocco doppio creando un cappio molto lungo da poter appendere. Tagliare le estremità del nastro, assicurandosi che siano entrambe della stessa lunghezza.
Fissare le foglie di agrifoglio e le bacche intorno al nastro in modo da nascondere il nodo. Se necessario, infilare le foglie e le bacche con un pezzo di filo metallico per assicurarle alla ghirlanda

PIGNE   DORATE

Immagine di una pigna dorata

 

Porre le pigne in una scatola di cartone. Con lo spray dorato tingere le pigne, avendo cura di ricoprirle completamente. Lasciatele asciugare prima di procedere nel lavoro. Fare un fiocco doppio con il nastro e tagliare le estremità. Fissate con la colla il fiocco sulla pigna. 

 

GLOBI   FLOREALI

Immagine di un globo floreale

Ponete nella scatola le bacche, le foglie, la gipsofila e spruzzateli con la vernice dorata. Tagliate un pezzo di nastro per fare un grosso fiocco e un cappio. Inserite quindi un pezzo di filo metallico nel nodo. Proseguite ricoprendo la spugna prima con i nastri, quindi con le bacche e le foglie. Riempite gli spazi vuoti con la gipsofila.

 

PALLINE   DI  VETRO

Immagine di una palla di vetro decorata

Palline con il decoupage: applicare la tecnica del decoupage per rivestire le palle di vetro con i ritagli di carta.
Palline con lo stencil : attaccare, con il nastro adesivo, la mascherina sulla palla di vetro e spruzzare la vernice spray sulle parti scoperte dello stencil.  Lasciare asciugare e togliere la mascherina.
Palline di pizzo: avvolgere la palla di vetro con il centrino di pizzo. annodando con nastro colorato.
Palline fantasia: incollare sulle palle di vetro pezzi di passamaneria (nastri, cordoncini, perline, applicazioni).

 

Un pupazzo di neve per il frigo
3 pompon bianchi,  2 occhietti finti, tipo bambole,  un vecchio calzino rosso, un pezzo di stoffa nero, 3 piccoli bottoni neri,  colla,  plastilina arancione, uno stecco da ghiacciolo o un pezzo di cartone, un magnete allungato.

prendere i 3 pompon e incollarli in fila sullo stecco da ghiacciolo, pendere il vecchio calzino rosso e ritagliare una striscia di circa 20 cm di lunghezza per 3 cm di larghezza. Legare la striscia attorno ai pompon tipo sciarpa. Incollare i due occhietti alla "testa" del pupazzo e i bottoni sul "corpo". Modellare una piccola carota con la plastilina arancione e attaccala come naso sul volto del pupazzo. Ritagliare un rettangolo dal pezzo di stoffa nero, poi chiuderlo a cilindro per farne un berretto, incollando i lembi tra loro con la colla. Sempre con l’aiuto della colla, fissarlo sulla testa del pupazzo. Incollare il magnete allungato sulla parte posteriore dello stecco.
Attendere che la colla sia bene asciutta e fare aderire il pupazzetto al frigorifero.

Segnaposto di Natale

Una sfera di legno di circa 5 cm di diametro, un'altra un po' più piccola,  un vasetto da fiori alto circa 5 cm,  un paio di occhietti di bambola (si trovano nei negozi di giocattoli o di modellismo), una perlina nera, un vecchio calzino rosso, forbici, pinzette, vernice nera, vernice bianca, colla.

Verniciare le due sfere di bianco, il vasetto di nero e lasciare asciugare bene il tutto. Incollare la sfera più piccola (testa) sulla sfera più grande (corpo) e il vasetto, rovesciato, sopra alla sfera piccola (sarà il cappello). Tagliare un pezzo di calzino, per fare la sciarpa. Farla passare attorno al collo dell'omino e incrociala sul davanti, fissando con la colla i due lembi tra di loro. Sempre con la colla, fermare la sciarpa sul petto del pupazzo. Con l’aiuto delle pinzette, incollare la perlina nera sulla pancia dell'omino, sotto la sciarpa, e i due occhi sul volto del pupazzo che si potrà  usare come segnaposto sul tavolo delle feste.

 

Calendario dell'Avvento

Fogli di carta bianca, una matita, pennarelli, colla, nastro adesivo, forbici, un foglio di cartoncino bianco di 50x40, nastro e 24 scatoline di fiammiferi vuoti

Su un foglio tracciare alcune strisce della larghezza di una scatolina di fiammiferi e ritagliarle. Avvolgere la scatola in una striscia e tagliare la carta di troppo. In questo modo si ottiene della carta delle dimensioni e della forma della scatola di fiammiferi. Disegnare e colorare sul foglio così ottenuto, nella parte che andrà sul lato più largo della scatolina, un numero scelto tra 1 e 24. Una volta colorata mettere la carta sulla scatola di fiammiferi e fissarla con del nastro adesivo sul retro. Poi fare la stessa cosa con le altre 23 scatolette scegliendo per ciascuna un numero diverso fra 1 e 24. Sul foglio di cartoncino incollare le 24 scatole di fiammiferi. Decorare con i pennarelli il contorno del calendario e fissare il nastro e appendere alla parete. Quando il calendario è terminato,  mettere alcune piccole sorprese nelle scatole. 

Ghirlanda di Vischio

Una ghirlanda di vite di circa 8 cm; filo metallico; un nastro rosso; foglie di vischio; bacche.

Avvolgere il nastro intorno alla ghirlanda e fare un fiocco doppio creando un cappio molto lungo da poter appendere. Tagliare le estremità del nastro, assicurandosi che siano entrambe della stessa lunghezza. Fissare le foglie di vischio e le bacche intorno al nastro in modo da nascondere il nodo. Se necessario, infilare le foglie e le bacche con un pezzo di filo metallico per assicurarle alla ghirlanda.

Biedermeier

Palline o altri pendenti trasparenti, nastri colorati, foglioline e fiorellini finti, perline, chiodi di garofano, cannello, pigne, filo di ferro sottile.       
Come realizzarlo:
servendosi del filo di ferro, realizzare un mazzolino, unendo con gusto e fantasia bacche, pigne e spezie;  legare alla pallina /pendente il mazzolino realizzato con una codina di topo;
nascondere la congiuntura con nastri e fiocchi.

 

ALBERELLO CON POT POURRI

Delizioso e piccolo alberello che può anche essere profumato se si sceglie un sacchetto di pot-pourri profumato (attenzione però a non utilizzare qualità con profumazioni troppo intense se si vuole poi utilizzare questa decorazione anche per decorare la tavola). Mettere il cono di spugna nel contenitore. Inserire sulla spugna i vari materiali, bacche, rametti, ecc., servendosi anche di spilli, se necessario, per fissarli.
Spargere il contenuto del pot-pourri  intorno all’alberello.

 

Decorazione per  porta d'ingresso 

Intrecciare il fiocco dorato con quello bianco sulla sommità della sfera e successivamente fissarla con del filo di ferro sottile al ramo di pino.
Disporre sul ramo vari fiocchetti di panno o di velluto rossi e qualche decorazione natalizia che richiami i colori usati. Anche in questo caso viene in aiuto il filo di ferro sottile, possibilmente verde.
Fissare il ramo alla porta aiutandosi con del nastrino rosso.

 

Decorazione per davanzali

Scegliere delle palline con colori intonati alla stanza. Sulla base di questi colori si scelgono poi successivamente il tipo e il colore di pizzi o cordoncini. 
Tagliare dei pezzetti di pizzo di dimensioni adatte alle palline scelte. Incollarli intorno alle estremità delle palline pieghettandoli per riuscire a farli girare.
Infilare la parte rimanente del pizzo e lo zig zag dorato negli occhielli delle palline.
Fissare la fila delle palline sul davanzale aiutandosi con il nastro adesivo.

 

Pannello natalizio 

Definito lo spazio utilizzabile, procurarsi una rete di plastica verde non eccessivamente rigida e incollarvi dietro della carta verde, tipo  la carta che nei presepi simula il verde dei prati. Decorare con tutto ciò che abbiamo in casa e che rende speciale l'attesa del Natale.

 

Palle natalizie con lo spago

spago da cucina
vinavil
palloncini

Preparare una soluzione di vinavil ed acqua in parti uguali; immergere lo spago srotolato nella soluzione; ricoprire con lo spago imbevuto di colla uno dei palloncini gonfiati in precedenza.
Lasciare in cima un'asola; lasciar scivolare la colla in eccesso; sistemare la pallina ricoperta su una fonte di calore (termosifone) per circa una settimana.
Decorare con perline o passamaneria o verniciare semplicemente con spray oro o argento.

 

Palle bijoux

tradizionali palline per l'albero;
perline e brillantini di bigiotteria;
un supporto per sostenere la pallina;
pennarelli indelebili oro o argento;
colla in tubetto.


Dopo aver sistemato la pallina su un supporto (potrebbe essere un bicchiere) picchiettarne di colla la parte superiore e i brillantini. Asciugata la colla, cerchiare ciascun brillantino con un tocco di pennarello. Procedere allo stesso modo per l'altra metà della pallina.

 

Calendario d'Avvento

Una tavola di compensato sottile a forma rettangolare
24 scatolette di fiammiferi vuote
Colla tipo Vinavil
Piccoli adesivi natalizi
Carta regalo con diverse fantasie
Un pennarello dorato a punta grossa


Con la forbice tagliate uno degli spigoli del lato lungo della scatola esterna dei fiammiferi (quello rivolto verso l'alto) in modo da ottenere una specie di finestrella. Procedete in questo modo con le restanti 23 scatolette incollando con la colla stick le facce che rimarranno scollate eccetto quella frontale che sarà la vostra finestrella da aprire e chiudere. Ricoprite ciascuna scatola con carta da regalo. Una volta pronte, incollate le scatole sulla tavola di compensato ( per esempio, fare 6 file da 4 per un totale di 24 finestrelle) e lasciate asciugare. Dentro a ciascuna finestrella inserite un oggetto (un piccolo pupazzetto, una minuscola pergamena con una filastrocca natalizia, una caramella, un cioccolatino…). Chiudete le finestrelle aperte incollando un mini adesivo (scegliete sempre una fantasia sul tema del Natale) tra la faccia superiore della scatola e quella laterale o  un nastrino (in questo caso,  prima realizzate i forellini su entrambe le facce). Dopodiché, disegnate sulla superficie delle finestrelle il numero corrispondente utilizzando un pennarello dorato a punta grossa e, il primo giorno di dicembre, appendete il Calendario nella cameretta dei bambini usando un grosso fiocco rosso.

 

 

 

 

 

GIOCHI

 

Percorso pazzo

Si disegna su un cartellone un percorso tortuoso e lo si divide in novanta caselle, come nel classico "Gioco dell’oca". Si numerano le caselle usando solo, più e più volte, i numeri dall’uno al sei, non scritti in sequenza, ma mescolatissimi (3,2,5,1,3,6,4,2,2,3…). A turno, i giocatori lanciano un dado e spostano il loro segnalino lungo il percorso. Possono, di volta in volta, andare avanti di tante caselle quanto è il valore ottenuto oppure muoversi fino ad incontrare una casella contenente quel numero. Devono però deciderlo prima di tirare il dado (e non dopo !)
Vince  il giocatore che passa per primo sopra l’ultima casella.

 

I RE MAGI

 Cos’era successo ai Re Magi prima della loro partenza? Perché la stella cometa aveva dovuto aspettare pazientemente per qualche ora prima di guidarli a Betlemme?
 Secondo alcuni studiosi, i Re Magi avevano fatto fatica a ritrovare i doni da portare a Betlemme. Li avevano preparati già da tempo, in attesa che arrivasse il momento di partire, ma poi, presi dalle mille preoccupazioni e dai mille affanni del loro ruolo di sovrani, si erano dimenticati dove li avevano messi. Per fortuna, grazie alle indicazioni dei loro cortigiani, oro, incenso e mirra erano poi saltati fuori e i tre Magi avevano potuto seguire la stella cometa senza altre esitazioni.

Giocatori – Tre per volta, con un conduttore.
Occorrente - Un rotolo di corda. Un centinaio di cartoncini delle dimensioni di una carta da gioco.
Preparazione - Si traccia con la corda un lungo e aggrovigliato percorso, con deviazioni e giravolte improvvise che diano vita ad una ventina di incroci, per riportare poi al punto di partenza.
Su venti cartoncini viene scritta la parola "avanti", su altri venti "indietro", su venti "a destra" e su altri venti "a sinistra".
Nei pressi di ogni incrocio vengono posati quattro cartoncini (uno per tipo), voltati a faccia in giù. Su altri nove cartoncini viene scritta la parola "doni". Dietro a tre di loro viene poi scritta la parola "oro", su altri tre la parola "incenso" e sui restanti la parola "mirra".
I nove cartoncini vengono mescolati e posati nei pressi di altrettanti incroci, girati in modo che sia visibile la parola "doni". Si decide quale giocatore debba cercare l’oro, quale l’incenso e quale la mirra e il gioco può avere inizio.
Regole - I tre giocatori partono e raggiungono tutti insieme il primo incrocio. Lì, ciascuno di loro raccoglie un cartoncino e procede poi nella direzione indicata. I cartoncini raccolti vanno posati al loro posto, sempre voltati a faccia in giù, prima di riprendere il cammino.
Ogni volta che un giocatore raggiunge un incrocio deve raccogliere un cartoncino-direzione e procedere di conseguenza.
Se nei pressi dell’incrocio c’è anche un cartoncino-dono, il giocatore lo volta e lo legge.
Se contiene il dono che sta cercando, lo porta con sé.
Se invece contiene uno degli altri due doni, lo rimette al suo posto.
Quando un giocatore trova il terzo e ultimo dei suoi tre cartoncini-dono, deve cercare di tornare al punto di partenza, fermandosi, come sempre, ad ogni incrocio per leggere un cartoncino-direzione che gli indichi la via da seguire.
Vince - Il giocatore che torna per primo al punto di partenza con i suoi tre cartoncini-dono (il Re dei Magi che arriva per primo all’appuntamento con la cometa, dopo aver ritrovato il dono che ha deciso di portare con sé fino a Betlemme).

 


I pastori

Due giocatori per volta, a quattro metri di distanza l’uno dall’altro.
Ciascuno dei due ha al suo fianco una sedia con sopra dieci pecorelle del presepe.
Al "Via !" entrambi devono cercare di vuotare la loro sedia, togliendo ad una ad una le pecorelle che ci sono sopra e posandole sulla sedia dell’avversario.
Vince chi, dopo due minuti di gioco, ha meno pecorelle sulla sua sedia.

 

Pacchi in partenza

Giocatori - Due squadre di almeno dieci giocatori ciascuna. Un conduttore con un aiutante molto disponibile.
Occorrente - Qualche rotolo di carta igienica.
Preparazione - I giocatori della prima squadra (quella delle "ore che passano") formano un grande cerchio, tenendosi per mano a braccia larghe.
I loro avversari (i "bravi spedizionieri") si dispongono invece in fila indiana, a qualche passo di distanza dal cerchio.
Di fronte a questa fila l’aiutante del conduttore imita la Statua della Libertà. Ai suoi piedi vengono posati i rotoli di carta igienica e il gioco può avere inizio.
Regole - Al "Via !" il primo giocatore della prima squadra parte e compie di corsa otto giri intorno al cerchio formato dai compagni.
Ogni giro è un’ora che passa.
Contemporaneamente, il primo giocatore della seconda squadra arrotola della carta igienica intorno all’aiutante del conduttore, iniziando dai piedi e non lasciando nessun pezzo scoperto.
Quando il giocatore della prima squadra termina l’ottavo giro, il turno di lavoro finisce e il giocatore della seconda squadra torna di corsa al suo posto.
Entrambi i giocatori vengono subito sostituiti da un compagno di squadra e il gioco prosegue fino a quando la Statua della Libertà non è stata completamente impacchettata.
A questo punto l’aiutante del conduttore viene liberato dal suo scomodo imballaggio, le due squadre si scambiano di posto e di compiti e il gioco riprende da capo.
Vince - Il gruppo di spedizionieri che riesce a impacchettare la Statua della Libertà con il minor numero di turni di lavoro.

 

 

Volete aiutarci anche voi? Conoscete qualche "lavoretto" simpatico ed originale o qualche gioco divertente? 

Inviateci le spiegazioni e le pubblicheremo in queste pagine!

 

maestramica@maestramica.it